easteregg
Home Contatti
ita | eng | esp

Support Center

Accedi alla WebMail

Contatta
Support Center

Virgil, il primo robot che fa da guida nei musei

Virgil, il primo robot che fa da guida nei musei

Esordio al Castello di Racconigi per la soluzione italiana di robotica museale

Google Copresence per scambiare file in locale

Google Copresence per scambiare file in locale

Copresence potrebbe essere il nome di un nuovo servizio in preparazione presso gli uffici di Google, dedicato a semplificare lo scambio dei file in lo...

Immagine:

Internet Explorer 6 è morto.

Tutto si potrà dire dei programmatori di Internet Explorer, ma non che non abbiano senso dell'umorismo o non siano sportivi.

Un paio d'anni fa inviarono una torta agli sviluppatori di Mozilla per congratularsi con loro. Ora, commossi, hanno inviato un mazzo di fiori per il funerale di Internet Explorer 6 organizzato dall'Aten Design Group.

"Internet Explorer 6, residente di Internet per oltre 8 anni, è morto nella mattina del primo marzo 2010 a Mountain View, California, a seguito di un infortunio sul lavoro presso il quartier generale di Google" si legge sul sito che ricorda il defunto browser.

La "morte" di Internet Explorer è dovuta alla cessazione del supporto da parte di Google Docs e di altri servizi della Grande G; ma prima che il funerale avesse luogo, sul sito c'era l'invito, per chi non potesse partecipare alle esequie, a inviare almeno un mazzo di fiori.

Proprio questo hanno fatto gli sviluppatori di Internet Explorer 6, accompagnando l'omaggio floreale con un biglietto: "Grazie per il bel periodo, IE6; ci vediamo tutti al MIX, quando sveleremo un pezzettino del paradiso di IE" si legge, con un riferimento alla fiera che si terrà a Las Vegas in cui Microsoft toglierà qualche velo a Internet Explorer 9.

Ma il bello è che, dalla tomba, Internet Explorer 6 raccoglie ancora la preferenza di quasi il 20% degli internauti nonostante "il figlio Internet Explorer 7 e la nipote Internet Explorer 8" siano vivi e vegeti.